budu_caponord
budu_rooad_sign_caponord
budu_caponord_cart
budu_looking_running alone
budu_landscape_caponord
budu_tent_caponord

Caponord (2015)

Un viaggio in solitaria che dal centro del Veneto ha portato Budu fino a Caponord, in Norvegia.  4300 km di corsa trainando un carretto con il minimo indispensabile per la vita selvaggia (una tenda, un sacco a pelo, l’occorrente per riscaldare del cibo). 84 giorni di marcia, con una media di oltre 50 km al giorno (più di una maratona). Il tutto raccontato, poi, in un documentario e in un libro.

L'idea di correre fino a Caponord mi è venuta perché è considerato un luogo simbolo dai viaggiatori di mezza Europa. La sfida che mi sono posto è un messaggio per tutti i ragazzi miei coetanei e non solo, a loro in particolare però volevo dire che con la determinazione e la motivazione giuste si possono fare grandi cose. La fatica non deve mettere paura e bloccare le persone. Ognuno di noi può trovare le risorse dentro e fuori di sé per vincere le sfide di oggi.
Budu

Numeri

  • 4300 km
  • 84 giorni
  • 6 nazioni attraversate
  • 9 paia di scarpe consumate
  • 30kg peso a traino

Caponord

un documentario di Andrea Budu Toniolo e Alberto Scapin

Andrea Budu Toniolo, runner ventenne passato alle cronache come Forrest Gump Veneto, e il suo viaggio in solitaria dal Veneto a Caponord: 4300 km di corsa trainando un carretto con
l’indispensabile per la vita selvaggia (tenda, sacco a pelo, fornelletto da campo), 84 giorni di marcia, 50 km al giorno di media, che il giovane Andrea Toniolo, “Budu” per gli amici, ha
documentato istintivamente col suo smartphone e una videocamera portatile. Gli incontri, gli imprevisti, l’ospitalità europea, la vita on the road, i pensieri più intimi e personali: tutto restituisce
il senso di questa grande sfida, giocata in primis con sé stesso e i propri sogni, i sogni di un ventenne alla ricerca di un proprio modo di essere nella complessità del mondo odierno. Il materiale
video e fotografico è stato in seguito raccolto dal regista Alberto Scapin e arricchito con interviste e attingendo al diario di viaggio di Andrea. Il progetto è stato co-finanziato grazie alla campagna di crowdfunding #TheRunnerDoc.

Puoi ricevere il DVD “Caponord” in omaggio effettuando una donazione.

Il limite che non c’è. Dall’Italia a Capo Nord correndo

di Andrea Toniolo, Alpine Studio Editore

Nella frenesia del mondo odierno un giovane corre alla ricerca di se stesso e dei propri limiti, pronto a trasformare in energia positiva gli ostacoli che la vita gli ha posto davanti. Un viaggio in solitaria lungo 4500 chilometri per riscattarsi dopo un gravissimo incidente e realizzare ii proprio sogno. Andrea Toniolo, passato agli onori della cronaca come ii “Forrest Gump” veneto, per 84 giorni ha trascinato ii suo carretto attraverso sei nazioni, affrontando la natura selvaggia fino a raggiungere Capo Nord. Un viaggio ricco di fugaci incontri che hanno segnato Andrea aiutandolo ad allontanarsi dalla superficialita dilagante nella nostra societa per riscoprire i valori e le radici della propria esistenza. Una sfida fisica, mentale e spirituale con cui Andrea lancia un messaggio ai giovani invitandoli a inseguire i propri progetti con determinazione e testimoniando uno stile di vita sano e l’importanza del rispetto per l’ambiente.

Puoi ricevere il libro “Il limite che non c’è” in omaggio effettuando una donazione.

Menu